15 C
Calabria
giovedì, Ottobre 6, 2022

Crisi del grano, ecco come nella Regione Calabria si punta a risolvere il problema

Con la crisi del grano, a causa della guerra in Ucraina, nella Regione Calabria si punta a risolvere il problema con una soluzione interna. Ovverosia, con l’aumento dei terreni da destinare e da convertire proprio verso le produzioni cerealicole.

La Giunta della Regione Calabria, non a caso, ha incaricato l’Arsac, che è l’Azienda Regionale per lo Sviluppo dell’Agricoltura in Calabria, a destinare terreni propri per le produzioni cerealicole.

Ecco come in Calabria la Giunta regionale vuole puntare all’autosufficienza produttiva per grano ed altri cereali

Inoltre, per risolvere con una soluzione interna i problemi legati all’approvvigionamento di grano, la Regione Calabria ha reso noto con un comunicato, pubblicato online sul portale istituzionale, che è prevista pure l’emanazione di un Avviso pubblico per le imprese agricole e per quelle zootecniche.
Su proposta dell’assessorato all’Agricoltura, infatti, la Giunta regionale ha stabilito che sul territorio calabrese dovranno essere reperiti terreni seminativi o con vocazione seminativa. Con l’obiettivo di ottenere per il grano e per i cereali l’autosufficienza produttiva.

L’Arsac dispone di un vasto patrimonio di superfici agricole seminative

L’Amministrazione regionale, prima di tutto, auspica che la guerra finisca presto. Ma con il rischio di protrarsi del conflitto in Ucraina, che ad oggi non si può escludere, nella Regione Calabria c’è proprio l’Arsac che dispone di un vasto patrimonio di superfici agricole seminative. Con molte di queste attualmente destinate a produzioni non essenziali. E quindi facilmente convertibili nella produzione di cereali. Con l’ulteriore vantaggio, tra l’altro, di non subire i rincari dei prezzi dei cereali importati che potrebbero persistere anche per lungo tempo.

Related Articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Latest Articles